Vaffanculo alla BlogFest.

Vasco Rossi vuole trovare un senso a questa vita, anche se questa vita, un senso non ce l’ha. In questi giorni, ovvero un paio di settimane prima dell’inizio della BlogFest 2010, io ho pensato che vorrei trovare un senso che “giustifichi” la mia eventuale (ad oggi alquanto improbabile) partecipazione.

Quante cose sono cambiate dalla festa dello scorso anno ! Grazie a tal Roberto (grande Persona, prima che internettiano. Tenete bene a mente questa immensa differenza), scambiai due parole, ma andai via dopo un paio d’orette: mi sembrava di essere in uno di quei raduni ecclesiali, dove chi si conosce fa gruppo e le pecorelle smarrite rimangono in un angolo, a meno che non siano delle persone dal carattere brillante come  i venditori di quadri in tv.

Durante questi dodici mesi, grazie (o a causa) di un social network che, come sapete, evito sempre di nominare (perchè non c’è bisogno di amplificare, anche se di poco, la puzza di merda), ho conosciuto, si fa per dire, tantissimi bloggher, ma la sostanza cambia poco: se prima li vedevo distanti e cagoni, adesso li vedo ancora peggio.

Dal mio punto di vista, le discussioni che avvengono sul web hanno avuto un crollo clamoroso, sotto tutti i punti di vista e, incredibile ma vero, almeno Facebook ha, come lato positivo, il fatto di essere l’unico SN che ancora riesce a far dialogare, ridere, condividere, ecc.; insomma, far trascorrere qualche minuto di tempo libero, senza farsi il fegato marcio per certi atteggiamenti da teste di cazzo. Perché è vero che la vita reale va separata da quella virtuale, ma il fastidio provocato dal modo di fare di certa gente ignorante, è tale da sconfinare dalla Rete.

L’aspetto che più mi ha recato fastidio è soprattutto uno. Mettiamo che, in un social network, conosci Tizio. Questa persona ti sta simpatica ma, successivamente, ti stanchi di quel sito e ti cancelli. Perché dire addio a Tizio ? la cosa più semplice è contattarlo via email, chiedendogli come sta, ecc. ecc. Risposte: zero. Stesso discorso con Caio. Guarda un po’, cambiano i siti, ma trovi le stesse persone. Lo contatti tramite Facebook e cosa accade ? non risponde. Insomma, la tua “amicizia” (virgolette grandi quanto la mia panza), seppur minima, seppur virtuale, era in funzione del sito, non della persona. Io non voglio parlare con te, lo faccio solo se tu mi contatti tramite X socialnetwork. Insomma, cosa siamo diventati ?

Mi spiace ripetermi ed apparire nostalgico per la millesima volta, ma continuo a pensare che l’unica vera positiva socializzazione sul web, avveniva tramite la chat di irc. I difetti erano tantissimi, per carità, basti pensare che potevi chattare con una Michela che, in realtà, era un Pasquale, ma tenevi a mente quelle due-tre regolette e ti divertivi. Pregi e difetti (come in tutti i luoghi e in tutti i laghi), a volte si prendevano cantonate, ma non c’era ancora la discesa dei lanzinternettiani, cioè gente che, sino a qualche anno fa, non sapeva nemmeno accendere un Pc e adesso lo compra solo per Facebook.

In una rete così “scarsa” io stento a riconoscermi. Ne ho parlato, tempo fa, su Pianeta Mobys. Sui forum non si discute più, su twitter può capitare che, non appena replichi ad una persona, ti senta rispondere “no vabbè ma io ho scritto una frase per un mio amico” (testa di cazzo lo capisci cosa è twitter ?); su facebook, tante, tantissime galline hanno aperto il cancello del pollaio a chiunque, senza pensare ad un minimo di privacy e adesso hanno chiuso. Negli ultimi tempi è diventato difficilissimo farsi accettare la richiesta di amicizia, anche se si hanno amici in comune. Come a dire: “sono stata una puttana per anni, ora riconosco la verginità come valore”. Per non parlare della mitica (vedete che non parlo solo di una persona, è questa la cosa tragica !!!) frase “ehm… potresti evitare di commentare ? sai, sto aspettando la risposta di una tizia per capire….cioè…sai…se puoi cancellare”. Devo continuare ? Che ne pensate della moglie che posta le sue foto mezza nuda (alquanto bella e sexy…lo può fare), io rispondo “anziché il mi piace, ci vorrebbe il tasto ne vado pazzo” e il marito mi risponde “tu sei malato”. Ah,scusami, ma perché cazzo pubblica certe foto tua moglie ? Sei sicuro che il malato sono io ? Ignorante…

Molti nemmeno sanno che puoi (puoi ? DEVI !) scegliere quali amici fare apparire in home page (è logico che se hai 200 amici ti perdi qualcuno. Poi ti offendi perché io ti cancello ? perché non mi metti nella lista dei preferiti ? cazzo fai ? dormi ?), ma poi, goduria delle godurie: siiiii, dai, tutti i bambini, in fila per sei, col resto di due, a cliccare sul “mi piace” della Zia Caterina, che quando parla lei, sembra il Papa durante l’Angelus. Oh! Zia, indicaci tu la retta via, noi non capiamo un cazzo, nessuno capisce di internetti, dimmi tu come posso fare per nascondere la foto al 459° coglione che ho accettato nella mia lista amici. Perché io voglio mille amici, son figo, però poi cerco i filtri. Grazie Zia, se non ci fossi tu … Gli altri settemila che hanno detto le stesse cose prima di te ? vabbè mica hanno lo stesso fascino !

Un’altra sorta di SN è Yahoo! Answers. L’ho apprezzato in diverse occasioni: scrivi una domanda e qualcuno, sicuramente, ti risponde. Miracolo !!! Dio sia lodato. Vuoi vedere che finalmente c’è qualcuno che interagisce ? che ti scrive, che interviene nella tua bacheca, nel tuo blog o ti scrive un’email ? incredibile ! Una rivoluzione ! Esistono ancora internettiani non egocentrici ? Bello Yahoo! Answers, peccato solo che, se chiedi un approfondimento a qualcuno, in base alla sua risposta, egli non risponde. Ma tu guarda, chi l’avrebbe mai detto ? E’ ovvio, se ci riflettete un po’: rispondendo sul sito, prende dei punti (e, anche in quel caso, fa figo il numero. Come il numero degli amici di facebook o il numero di posts sui forum. Qualità ? cosa è ?), mentre se ti risponde in privato, non guadagna nulla. E chi me lo fa fare ? mica sto su internet per interagire con gli altri ! Io ho da fare, devo condividere i link di facebook  oppure, meglio ancora, mito dei miti, ti vado a rispondere ad un’altra domanda (hai un massimo al giorno, per fortuna) scrivendo “e che ne so io ? io odio il calcio”. Ma chi ti ha costretto a rispondere ? Testa di cazzo…

In definitiva, posso capire che ognuno ha i suoi difetti (io stesso ne ho diecimila), ma questa sorta di “cultura della non risposta” mi fa proprio imbestialire. Immagino tutte le facce di minchia che stanno davanti al monitor e che ricevono, chessò, un’email, e pensano “vabbè non mi va di rispondere a Vincenzo”. Non mi va… Ecco perché molti siti hanno inserito il “mi piace”: almeno così non fai grandi sforzi !

In tutto questo contesto, che ci vado a fare alla BlogFest (i cui organizzatori restano comunque mitici, gente con le palle) ? Ad incontrare chi ? chi mi deve salutare facendo finta di essere contento/a di conoscermi dal vivo ? Nemmeno OSO paragonare un evento del genere con i raduni di chat, dove ero praticamente “costretto” ad uscire e Mobys era un mito da conoscere al più presto.

Piuttosto cosa farei ? un raduno di tutti coloro che ho nella mia lista amici di Facebook (20 persone !!!): quello, per me, è il meglio della rete.

Tutto il resto o comunque, la stragande maggioranza delle persone che ho conosciuto in questi anni, dovrebbe andare a scuola. Si perché io, sicuramente, faccio tanti errori grammaticali, ma loro devono imparare l’umiltà e la coerenza. Devono capire che al di là dei monitor ci sono anche persone serie che hanno un cuore, non solo segaioli o gente superficiale (o segaioli superficiali :-) ).

Andate fratelli ! andate e moltiplicatevi, in questi tre giorni, a Riva del Garda: l’importante è che abbiate la consapevolezza che, nei restanti 362 giorni dell’anno, vi inculate a vicenda, sputtanandovi come delle merde. Per fortuna la vita, a differenza di internet, vi riserva il posto che meritate, ossia ai margini della società, senza saper fare un discorso con una testa ed una coda, e non è certo il bicchere di spritz in mano all’happy hour della minchia che può farvi migliorare.

p.s. edito, a mente serena: ho già scritto che gli organizzatori sono persone da salvare assolutamente, così come mi preme sottolineare che durante Blogfest trovate camp dedicati a cose interessanti (l’anno scorso, per esempio, uno era dedicato alla sicurezza stradale dei bambini). Insomma io dico vaffanculo a certe persone, ai socialnetworkiani nello specifico. La festa in se, come idea, non è affatto malaccio.

 

2 thoughts on “Vaffanculo alla BlogFest.

  1. stefitiz 5 maggio 2011 / 20:50

    sei graffiante, spiritosamente graffiante quamdo scrivi. ma c’è anche molta amarezza….

    Mi piace

  2. vincenzomobys 17 ottobre 2010 / 10:46

    Commenti copiati dal blog (chiuso) “Pensieri del Mobys”:

    SONIA
    mobys!… aldilà delle simpatiche sciocchezzuole che ci scambiamo “via post”.. devo proprio dirti che… è un piacere leggerti!…intanto aldilà delle cose che dici, intendo.. per il linguaggio “trainante”, coinvolgente, colorato e colorito, divertentusiasmante!!!.. se poi, come in questo specifico caso, condivido pienamente anche i concetti che esprimi… beh, si proprio ri maritari!!!!
    nn ho la “S”fortuna di conoscere altri SN oltre facebook ma devo ammettere che già su questo la superficialità, la strafottenza, la “pochezza” … regnano sovrane!… ti ritrovi ad avere svariati contatti poi solo perchè ti sembra indelicato rifiutarne l’amicizia, quando vorresti invece condividere la cosa solo con i contatti che tu hai realmente cercato e voluto!.. ed ecco che dei 350 in lista, cerchi sempre gli stessi e.. ignori tristemente tutti gli altri!… ma perchè realizzi che non hai nulla da “condividere” con loro, figuriamoci poi… provare ad incontrarli aldilà della rete! Lo apprezzo però quando mi capita di beccare le persone che mai altrimenti avrei avuto modo di “rivedere” oppure altre ancora, come te, che è uno spasso “conoscere”! beh, nel tuo caso però, devo ammettere caro mobys, che ti apprezzavo già solo per il fatto che il “tuo” amico andreuzzo (non ama quando lo definisco “mio amico”) ti stima tanto e tante volte me l’ha esternato!… dunque, osservandoti su facebook, ho iniziato ad adorare il tuo modo di esprimerti e la tua “sensibilità” d’animo, … mi riferisco ad esempio alle frasi, alle foto, ai post che dedichi al “nostro” mare, alle “dolcezze” (e anche al “salato”) di casa nostra, ai tuoi affetti,… mi ritrovo spesso in quello che scrivi, sarà che abbiamo condiviso per anni la “lontananza” da casa, dalla nostra terra!… altro contatto poi fortemente voluto quello di andreuzzo, persona per me “assai speciale”, che tu conoscerai meglio di me, e che, nonostante la iena che vive in lui, è un animo “nobile”… !
    ad ogni modo, il “virtuale” lascia il tempo che trova e… se con i contatti “preferiti” riesci a condividere qualcosa in più rispetto al post del giorno o al “pensiero” catturato da chissà dove, tutto questo può avere un valore aggiunto!
    … piacere di esser stata tua “ospite”… credo tornerò presto a trovarti!…. una serena notte compare mobys! )))

    ZIOMARTIN
    Intanto mi hai tolto dal BlogRoll è sono offeso con te. Poi ) ehehheheeh che fissaaaaaaaa !!!
    Senti è inutile ribadirti che hai ragione, tempo fa sull’altro blog ne parlammo mi pare anche con Simone,e ti scrissi di prendere un attimino “alla leggera” certe problematiche di facebook. Ma, c’è un ma… nel mio piccolo mi è capitata questa cosa “asociale” che tra gli innumerevoli messaggi nella mia bacheca ti sarà sfuggito, e siccome credo che nessuno legga qui te la scrivo. Come sai mi occupo delle riprese video di una manifestazione canora senza scopo di lucro, fatta da ragazzi per i ragazzi, ed ovviamente aggiunsi l’anno scorso una 40 di nominativi fra i miei “amici”. Orbene dopo averli tenuti belli freschi e dopo aver offerto loro “gratuitamente” le mie prestazioni professionali diciamo cosi! E’ scoccata l’ora di riproporsi, si ok, accetto… va bene non hanno mai messo un mi piace, un ok, un grazie per il DVD, tranne 4 persone su 60… ok…. ma non posso pensare che vado ad incontrali e non mi caga nessuno !! Oddio non volevo “baciate le mani” volevo anche solo un “ciao Zio come va quest’anno sei dei nostri ?” macchè mi sono sembrati quasi infastiditi !!! Perchè caro Mobys lo hai scritto e riscritto e sono d’accordo, il marcio sta nella CASTA !! Quello è un circolo chiuso, non puoi entrarci, amate e prolificate ma tra di voi…. vade retro il tizio che “non c’entra un cazzo con noi”. Azz c’era da farne un post nel mio blog, mi devi un favore
    Ergo, per concludere, via, tutti cancellati, tranne 4 che reputo “persone” a modo… e che nel loro piccolo un “mi piace” lo hanno messo ogni tanto… non pretendo tanto, ma sapere che non sono in “hide” almeno cazzo !!!
    Ho letto con piacere il precedente intervento, ed anche quelli che fa in bacheca la tua nuova amica, ecco ebbi un confronto anche con stefania ultimamente, gli amici…. in effetti… non erano quelli…. gli amici, filippo, enzo, giovanni (tu sai di chi parlo) sono questi !! Solo che per mia sfortuna, non sono in rete, la nostra, sopratutto mia, età, gioca a sfavore !!! Ma come avrai notato ho fatto un pò di acquisti/cessioni e ho inserito persone nuove, con le quali condivido alcune passioni, ed ecco spuntare i commenti !!! E finalmente sto arrivando ad un buon “assetto” della bacheca e penso tu ne converrai. Augurandoti buon week, e ricordandoti che anche io ora metto il blogroll non c’era bisogno che ti incazzavi ) ti saluto e ti ricordo che manca poco !! CIAO !!!

    MOBYS
    Grazie ad entrambi. Sonia, ti conosco da poco, ma sei, insieme ad un paio di Elene, una degli ultimi “acquisti” che hanno reso fortissima la mia squadra. Anzi, mi hai fatto pensare che forse avrei dovuto (dovrei) osare di più, richiedere nuove amicizie pensando che esistono, grazie a Dio, anche le Sonia Brusca. ZioMartin, lo so che sto articolo sembra la fotocopia di uno già scritto (addirittura forse già due volte), ma l’altra sera mi misi a scrivere di getto (e si nota dal linguaggio leggermente forbito), non per le problematiche di Facebook, ma perchè leggevo delle varie organizzazioni della BlogFest e mi venne in mente il mio ultimo anno, trascorso a dispensare commenti a destra e a manca, anche in prospettiva di questo evento. Dissi che l’anno scorso ero un perfetto sconosciuto, adesso sarei tornato il mobys di #palermo. Ma quando mai, ho perso solo tempo. In conclusione, io avrò i miei difetti, cancello le persone che poi ci restano male, lo so, mi incazzo e reagisco di istinto. Ma una cosa è certa: sono lo stesso dei tempi della chat e del mio sito sull’Avellino. In entrambi i casi si parlava di Mobys in una certa maniera, quindi, evidentemente, i social network fungono male o sono io che non sono mai riuscito ad avere un approccio positivo con essi.

    Mi piace

COMMENTA

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...