Shout! 2009: ennesimo capolavoro !

Glielo dovevo a Shout! un commento positivo, dopo che il temporale dell’anno scorso rovinò la festa organizzata presso un agriturismo di Sant’Ambrogio. Sabato sera mi sono proprio divertito: Shout! si è confermato la migliore manifestazione musicale di verona e provincia. Non c’erano le simpatiche donnine che facevano lo spogliarello e non c’erano le “Diplomettes” che ci deliziarono l’orecchio, come tre anni orsono, ma c’era musica travolgente unita alla piacevolissima sensazione di stare in mezzo a gente simpatica. Per fortuna i fighetti si tengono lontani, probabilmente vanno a farsi fottere in qualche discoteca o negli appositi party organizzati appositamente per adolescenti e affini, neopatentati, figli di papà e teste di cazzo.

A destra cercherò di inserire qualche video, ovviamente preso da youtube, relativo ai gruppi che hanno suonato sui due palchi di Shout! Io ho realizzato qualche breve filmato, postandolo su facebook, ma l’audio è pessimo. Due dei video che vedrete si riferiscono a concerti svolti in altri posti (mentre quello relativo ai The Attention è stato girato proprio sabato da un’altra persona), ma ci tengo ugualmente a farvi rendere un’idea dell’autentico spettacolo musicale a cui ho avuto la fortuna di assistere sabato.

In cima alle mie preferenze metto senz’altro la band australiana “Juke Bartone & The Swamp dogs”: autentici trascinatori, impossibile trattenersi dal ballare. Mi sono piaciuti parecchio anche gli austriaci “The Attention” (rhythm & blues) e gli americani “World / Inferno Friendship Society”,  in cui cantava il batterista del mitico duo Dresden Dolls (quelli di “Coin Operated Boy”, che ascolto sempre quando accendo il mio ipod). Un gruppo casertano, che suonava rock & roll e dei pazzi messicani (“sarà una noche molto violentaaaaaaa”), invece, non mi hanno esaltato più di tanto, ma è stato meglio così perchè in questa maniera ho avuto modo di bermi una birrozza che ci voleva come il cacio nei maccheroni. Fermo restando che la Nastro Azzurro bevuta a Londra resta la numero uno: alla faccia dei miei detrattori :-))

COMMENTA

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...